Questo progetto è stato finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito del Programma Interreg Euro-MED. 

 

Titolo del progetto:Green and Resilient European Excellence Network for Smart MED SMEs

Inizio/fine del progetto:Gennaio 2024 / Settembre 2027

Budget totale del progetto: Euro 2.906.595

Contributo UE:Euro 2.325.276

Call:Interreg Euro-MED 20212027 

 

Contatti interni

Eda Ipek – eda.ipek@afil.it

Carlo Mondani – carlo.mondani@afil.it

 

Sito internet

GREENSMARTMED

Obiettivi del progetto

L’obiettivo principale del progetto GREENSMARTMED è quello di rafforzare la cooperazione transregionale nel campo della manifattura tra gli attori delle 5 Regioni coinvolte (Italia, Spagna, Francia, Grecia e Bulgaria), tramite l’elaborazione e l’implementazione di una nuova metodologia. Tale modello riprende i risultati sviluppati nei precedenti progetti Interreg Euro-MED GREENOMED e FinMED, focalizzandosi su 5 settori strategici (macchinari, tessile, plastiche, agroalimentare e mobilità e batterie). GREENSMARTMED contribuisce alla creazione di una comunità europea capace di adottare, sulla base delle Strategie di Specializzazione Intelligente per la Ricerca e l’Innovazione (RIS3),  innovazioni e nuove soluzioni in tali settori, favorendone il trasferimento tecnologico, in termini di produzione di materiali/prodotti sostenibili, ottimizzazione dell’energia e delle risorse e riduzione delle emissioni. Infine, attraverso l’identificazione e la condivisione di best practices e soluzioni innovative a livello interregionale, il progetto GREENSMARTMED incentiva la creazione di nuovi partenariati e progettualità a supporto dei diversi settori strategici individuati

Il ruolo di AFIL

Come ruolo operativo all’interno del progetto, AFIL è responsabile della definizione del toolkit per l’implementazione della nuova metodologia di collaborazione transregionale. Infine, AFIL presiede il monitoraggio della qualità delle attività implementate, così come l’identificazione e la prevenzione dei rischi a esse connessi.

D’altra parte, in qualità di Cluster Regionale per la Manifattura Avanzata, AFIL ricopre un ruolo di facilitatore nei confronti di Regione Lombardia (Associated Policy Authority) e delle aziende presenti sul territorio, le quali possono venire a conoscenza di iniziative innovative presenti in diverse regioni europee. Conseguentemente, AFIL rimane il punto di contatto a livello transregionale, fornendo al contempo esempi pratici del contesto lombardo, evidenziando le sfide e le opportunità per il territorio. In questo senso, la partecipazione di AFIL ai Meeting organizzati nelle regioni coinvolte nel progetto è finalizzata ad acquisire sul campo informazioni e nozioni utili per il rafforzamento delle PMI e degli istituti lombardi coinvolte nel settore manifatturiero.

Le opportunità per i Soci

Attraverso la partecipazione di AFIL al progetto GREENSMARTMED, i Soci del Cluster potranno rimanere aggiornati sulle evoluzioni e sugli sviluppi delle altre regioni nei settori target del progetto, attraverso le attività e le visite organizzate nell’ambito del progetto.
Inoltre, i Soci AFIL avranno la possibilità di costruire solide collaborazioni e ampliare la propria rete di contatti, con cui potranno condividere le proprie iniziative e best practices, e viceversa. In questo senso, un ruolo centrale è ricoperto dalle Strategic Communities Advanced Polymers, De- and Remanufacturing for Circular Economy e Machinery di AFIL, gruppi di lavoro direttamente coinvolti dalle tematiche del progetto. Infine, AFIL è in grado di offrire, grazie alla partecipazione a questo progetto, un sostegno finanziario concreto alle Strategic Communities coinvolte, e allo stesso tempo un coinvolgimento diretto dei suoi soci alle attività del progetto.