Questo progetto è stato finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) con Grant Agreement n. 101115058. Le opinioni e i pareri espressi sono tuttavia esclusivamente quelli dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente quelli dell’European Innovation Council and SMEs Executive Agency (EISMEA). Né l’Unione Europea né l’autorità che ha concesso la sovvenzione possono essere ritenute responsabili.

 

Titolo del progetto: EU circular BATtery valley for second life, recycling, and re-manufacturing of materials and black MASS

Inizio/fine del progetto: Settembre 2023 / Febbraio 2026

Budget totale del progetto: Euro 13.950.034,04

Call: I3-2021-INV1

Topic: I3-2021-INV1-MANU

 

Contatti interni
Elena Mossali – elena.mossali@afil.it

Eda Ipek – eda.ipek@afil.it

 

Sito internet
BATMASS

Materiali disponibili
Information Package

Il progetto BATMASS, finanziato nell’ambito dello strumento Interregional Innovation Investments (I3) e lanciato a settembre 2023, riunisce attori provenienti dagli ecosistemi regionali di: Andalusia, Auvergne-Rhône-Alpes, Castilla-La Mancha, Castilla-y-León, Hauts-de-France, Île-de-France, Lazio, Lombardia, Nouvelle-Aquitaine, Valencia e Slovenia. Gli Organismi di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (RTO) e i Cluster sono, in questo progetto, elementi trainanti di supporto per i dimostratori sviluppati dal settore privato. Questa collaborazione mira ad un allineamento con le strategie S3 (Strategie di Specializzazione Intelligente) per favorire la crescita di una catena di approvvigionamento di materiali per batterie più resiliente, contribuendo così a rendere sostenibile sia la mobilità che l’industria.

 

CONTESTO

BATMASS mira a implementare la prima EU Circular Battery Valley implementando il riciclo e il re-manufacturing delle batterie. Il progetto mira ad ampliare un ecosistema interregionale completamente integrato intorno a 4 principali Dimostratori destinati a scalare, commercializzare e dispiegare tecnologie innovative e soluzioni sostenibili (GreenTech) rivoluzionarie. Il progetto mira a utilizzare l’innovazione degli Organismi di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (RTO) e delle Piccole e Medie Imprese (PMI) per accelerare l’accesso al mercato e la diffusione internazionale tra le regioni dell’Unione Europea e oltre, prevedendo che i trasferimenti tecnologici tra regioni con diversi livelli di sviluppo struttureranno questa crescente catena del valore e la integreranno negli ecosistemi regionali dell’innovazione.

 

IL RUOLO DEL CLUSTER

Nel contesto del progetto, AFIL assume un ruolo chiave in quanto è responsabile delle attività di mappatura degli stakeholders coinvolti, analizzando attentamente i loro bisogni e le loro esigenze specifiche. Inoltre, AFIL fornisce un sostegno fondamentale alle attività di comunicazione e disseminazione del progetto, contribuendo così a garantire una diffusione efficace dei risultati e delle innovazioni sviluppate all’interno del progetto stesso.